giovedì 31 gennaio 2013

Danze dei Peccati: La Lussuria




Nel libro mistico ebraico Haggadà vi si può leggere: "Io (Dio) creerò l'uomo affinchè sia l'unione di entrambi (le qualità celesti e terrestri) cosicchè quando egli peccherà, si comporterà come una bestia, la morte lo prenderà; ma se si sottrarrà al peccato, egli vivrà in eterno."

Ci hanno insegnato e inculcato l'idea limitata che questo peccato è legato a chi è dedito e succube dei rapporti sessuali. Lo hanno indissolubilmente legato al sesso e non hanno fatto altro che renderci colpevoli. Niente di meno pedissequo può essere insegnato sulla Lussuria. Credo possa facilmente essere spiegata attraverso il sesso ma, volendo entrare più profondamente nel concetto contenuto in questo peccato, si può andare davvero oltre. Ci danziamo ogni giorno al suo interno, ogni azione intrapresa si giostra in mezzo a questo peccato che, visto da un nuovo punto di vista, può farci comprendere quanto siamo mancanti di libertà. Ascoltando e leggendo un grande danzatore dei mondi interiori, mi ha fatto vedere che se valutavo me stesso in base agli standard che pensavo gli altri avessero, iniziavo a dipendere da loro, dalla loro moda, dalle loro scelte, dai loro feticci, dal loro modo di adulare simboli, soprattutto il corpo. Me ne convincevo anche se effettivamente era un fatto illusorio. Ecco la mia libertà intaccata, il mio corpo che deve somigliare a quello di qualcuno, che deve corrispondere a quello che io credo attraverso gli altri. Inizio a non rispettare il mio, inizia una perdita di auto riconoscimento. Forse il parlare e interndere la Lussuria esclusivamente dal punto di vista sessuale è una delle sue mille possibilità. Ascolta il tuo corpo, i tuoi bisogni, la tua forza ma anche la tua debolezza, la tua fame, la tua inappetenza. A volte hai molta energia disponibile, a volte è arrivata la riserva, se ti ascolti sai cosa fare. Se valuti in base al corpo di qualcun altro sei un lussurioso. Se godi solo attraverso il corpo altrui sei un lussurioso. Se ascolti che bisogno hai di ballare, dormire, fare l'amore o restare lì senza fare niente, inizi a scoprire davvero qualcosa di te. Ma attento, se dipendi dal corpo di qualcuno senza averlo deciso sei un peccatore. Se vuoi dipendere da qualcosa per poter star meglio sei un peccatore. Ascolta, in silenzio.

Nessun commento:

Posta un commento